Menu

Vitamine: dalla A alla E

La cura per l'inverno

L’inverno è ormai arrivato ed è fondamentale, per proteggerci dai malanni di stagione, riuscire ad ottenere tutti i giorni il giusto apporti di vitamine dai dai cibi che mangiamo.

Ma quanto sono importanti le vitamine? Alcune depurano, altre rinnovano i tessuti e, tutte insieme, sono anti-aging, soprattutto supporter di buona salute. Se, a causa della dieta scorretta, ne viene a mancare una, l’effetto negativo è a cascata. Ecco perché è bene saper orientarsi nell’alfabeto vitaminico.

Vitamina A: Retinoidi (e i Carotenoidi come provitamina A). La vitamina A è un ottimo trattamento per i disturbi visivi, favorisce la crescita delle ossa, protegge e mantiene sana la pelle. È in genere contenuta in tutti i vegetali di colore giallo-arancione:  carote crude, spinaci, cavolo, broccoli, verze, aglio, zucca, spinaci freschi, cicoria, pomodoro, lattuga. Tra i frutti, sono una fonte di vitamina A melone, albicocca, pesca, arancia e anguria;

Vitamine B: prendiamo in considerazione la B1. Si trova in lievito di birra, olio di germe di grano,cereali integrali, alga spirulina, nocciole, mandorle, noci, legumi di girasole, melassa. Se ti senti spesso stanco, soffri di dolori muscolari, hai poco appetito, respiri con difficoltà può essere un segnale che sei carente di vitamina B1. Segnaliamo, però, che gli effetti della vitamina B1 vengono annientati dall’alcol, dal fumo e dal consumo di dolci e di zucchero;

Vitamina C: Acido ascorbico, il più comune e potente antiossidante, ritarda l’invecchiamento cellulare mantenendo giovani i tessuti, facilita la guarigione delle ossa fratturate e delle ferite, è utile nella cura dell’anemia (soprattutto di quella dovuta a carenza di ferro) e delle infezioni delle vie urinarie, contribuisce alla produzione dell’emoglobina e dei globuli rossi nel midollo osseo, previene e cura il raffreddore comune e altre affezioni influenzali. La vitamina C sembra sia in grado di ridurre il colesterolo, mantenendo l’integrità delle arterie e prevenendo le malattie cardiache e i disturbi derivati dall’esposizione a tossine (fumo, inquinamento, alcol, droghe). La vitamina C è di origine vegetale e si trova in tarassaco, ortica, ravanelli, broccoli, spinaci, bietole, cavolini di Bruxelles, asparagi e fave; ne sono ricchi inoltre tutti gli agrumi, il pomodoro, le fragole, i peperoni verdi, il ribes nero e la papaia;

Vitamine D: inizialmente reputata singola vitamina poi dimostratasi un Gruppo di pro-ormoni liposolubili (D). Si tratta di una sostanza prodotta direttamente dal nostro corpo. Per un giusto metabolismo della vitamina D sono importanti l’esposizione ai raggi solari e una funzionalità corretta del fegato e dei reni. Fra i vegetali la fonte migliore (comunque scarsa) sono le verdure a foglia scura;

Vitamina E: Tocoferoli antiossidanti liposolubili. La vitamina E è uno degli antiossidanti più potenti, che rallenta l’invecchiamento delle cellule, proteggendo le loro membrane e quindi evitando che vengano aggredite dalle scorie tossiche. La vitamina E è fondamentale nella produzione di energia e più di uno studio ha evidenziato che aumenta la potenza muscolarela forza fisica e la resistenza alla fatica.

 


Accedi

Accedi

Accesso non riuscito

Compila tutti i campi riportati di seguito:

  1. Campo obbligatorio
  2. Campo obbligatorio
Se hai dimenticato la password, fai clic qui
Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la password?

Non preoccuparti! Indica il tuo nome utente o il tuo indirizzo e-mail e ti invieremo l'informazione richiesta.

  1. Campo obbligatorio
Hai dimenticato la password?

Hai dimenticato la password?

Ti abbiamo inviato un collegamento per reimpostare la password

Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter

Immetti qui il tuo indirizzo email per ricevere la newsletter

  1. Campo obbligatorio
Iscriviti alla newsletter

Iscriviti alla newsletter